A dire il vero non è stato solo il 2019 l’anno che ha creato grossi cambiamenti per i droni di tutto il pianeta. La trasformazione che va di pari passo con la tecnica è iniziata sin da subito. Diciamo che in questo periodo di modificazioni normative, che si palleggiano tra gli USA e la UE, in futuro si vedranno (forse) molti più droni nei cieli, ma saranno quasi tutti targati e assicurati.

Come di consueto commentiamo seppur brevemente i principali eventi di questo anno passato che ha lasciato il posto al 2020. Tante novità tecnologiche presentate con cadenza incessante da parte dei produttori di droni più attivi, sicuramente DJI in testa, ma anche tanti stravolgimenti normativi che se da un lato facilitano, come si diceva prima il volo di tanti droni, da un altro bloccano e impediscono la giusta crescita professionale in questo settore.

Cambiamenti normativi che coinvolgono i droni, negli Stati Uniti, in Europa e in Italia

Il vano tentativo dei regolamenti di stare al passo con i progressi industriali, informatici e le richieste dei consumatori, non fanno altro che fermare…

The complete article is here