L’autonomia è sempre stato il tallone d’Achille dei droni. In attesa di batterie di nuova concezione, che però non sembrano essere all’orizzonte, tagliare due motori sembra essere una soluzione vincente

Il design bicottero è indubbiamente più complesso di quello ormai classico del quadricottero, visto che richiede o bracci che si muovono (come il modello di cui ci occupiamo in questo articolo) oppure rotori con passo ciclico. Ma i vantaggi in termini di consumo sono enormi, almeno stando ai dati pubblicati da Zero Zero Robotics, nota in Italia per il drone da selfie Hover Camera, che con il nuovo V-Copter Falcon  rivendica un’autonomia di volo di ben 50 minuti, quasi il doppio di un quadricottero di dimensioni comparabili, con una batteria da 4500mAh / 15 volt.

Per il volo traslato, il V-Coptr utilizza come dicevamo il sistema dei bracci motorizati, anche se a giudicare dalle immagini ci pare di capire che i progettisti abbiamo scelto la vecchissima e inaffidabile tecnologia dei motori a spazzole, con cascata…

The complete article is here