In poco più di due mesi dal primo caso diagnosticato, il COVID-19 (più conosciuto come Coronavirus) ha già causato oltre 1100 vittime nella sola Cina continentale e contagiato più di 40mila persone.

Per limitare la diffusione del virus, molte compagnie stanno mettendo in atto campagne di sensibilizzazione e contribuendo alla sicurezza pubblica.

I droni contro il Coronavirus.

Pochi giorni fa DJI ha investito circa 1.5 milioni di dollari per fornire una flotta di droni appositamente customizzati, capaci di nebulizzare sostanze disinfettanti a base di cloro o alcol in zone potenzialmente infette.

In appena una settimana, oltre 3 milioni di metri quadrati sono stati sanificati grazie alla tecnologia messa a disposizione da DJI, con la previsione di estendere la copertura ad ulteriori 600 milioni di mq, concentrandosi su ospedali, aree residenziali e centri trattamento rifiuti.

Obiettivo: diminuire il rischio contagio.

L’impiego di droni in questa tipologia di emergenza permette eliminare il rischio di contagio per gli operatori e diminuire drasticamente i tempi di intervento…

The complete article is here