DJI si dimostra attenta alla sicurezza e spegne definitivamente le speranze di chi avrebbe voluto vedere follow me e active track sul microbo sotto i 250 grammi: una decisione responsabile che ci sentiamo di approvare incondizionatamente.

Mavic Mini non ha un sistema di evitamento degli ostacoli frontale. Così Mavic Mini non può supportare Active Track e garantire voli sicuri. Grazie per il feedback”. Con questa secca nota DJI chiude a ogni possibile futura implementazione del volo automatico sul suo micro drone. Una decisione che commercialmente avrà conseguenze negative, ma dimostra serietà e attenzione alla sicurezza.

Senza evitamento degli ostacoli,  il volo automatico è una roulette russa: certo, il drone è piccolo e leggero e un eventuale collisione con una persona non ha conseguenze drammatiche, specie con i paraeliche  (lo abbiamo provato di persona), ma è il modo più sicuro per sbattere contro un’ostacolo e danneggiare o perdere il drone.


Test di impatto con “cavia umana” (ehm, si scherza)

Atri…

The complete article is here