Continua la storia di amore e odio tra i droni, le prigioni e i prigionieri nel Regno Unito. Nel corso degli ultimi anni, infatti, abbiamo scoperto come dei quadricotteri commerciali siano stati usati per contrabbandare droga all’interno di alcuni istituti carcerari, al punto che in molti Paesi lo spazio aereo sopra le prigioni è stato velocemente interdetto al sorvolo di dronisti amatoriali o professionisti. Sappiamo anche, però, che quando si tratta di osservare dal cielo ciò che accade a terra i droni hanno davvero pochi rivali in termini di efficienza, così la loro naturale vocazione alla sorveglianza li ha messi subito alle calcagna dei fuggitivi.

Abbiamo già visto come le…

L’articolo completo è qui