Di Sergio Barlocchetti

Una tecnologia tipica dei droni finisce sugli elicotteri. Con importanti risparmi sui consumi, sulla rumorosità, sui costi di produzione e di manutenzione. E con tanta sicurezza in più.

Ci sarebbe tanto da sparare su Enac ed Enav in questo momento che mi sembrerebbe di farlo sulla Croce Rossa. Così per una volta – ma non abituatevi – il Linkloss parlerà di tecnologia.

E in particolare del fatto che un marchio storico dell’ala rotante americana come Bell Helicopters ora abbia praticamente installato una specie di quadricottero sulla coda di uno dei suoi B429. Dimostrazione, dopo l’autolanding della Garmin per aeroplani dell’aviazione generale, che è l’aviazione a fruire sempre più spesso della tecnologia derivante dall’unmanned e non il contrario.

Bell ha quindi rivelato un rivoluzionario sistema elettrico anti-coppia che promette miglioramenti della sicurezza e dei costi operativi, nonché una riduzione del rumore rispetto ai tradizionali rotori di coda. Si chiama EDAT ed è composto…

The complete article is here